Stropicciatevi gli occhi

Parete pivotante di 12 metri di lunghezza con rivestimento a specchio

Entrando all’interno di questo centro visitatori appena fuori Lucerna, Svizzera, può succedere di doversi stropicciare gli occhi per essere sicuri di vederci bene – infatti, vi vedrete riflessi sulla parete davanti a voi ma, allo stesso tempo, no. Vi troverete davanti agli occhi sei porte a bilico insonorizzate, installate una accanto all’altra, i cui due lati sono stati rivestiti con uno specchio sabbiato che riflette la vostra figura, ma non del tutto. Sì tratta di un esempio di straordinaria maestria artigianale frutto della collaborazione tra lo studio di design Kepenek GmbH, il produttore di porte Jos. Berchtold AG e la vetreria artistica Atelier Weidmann. Le porte a bilico sono un pezzo unico realizzato su misura per questo progetto. Insieme consentono di suddividere l'ambiente che le ospita in due spazi separati e completamente insonorizzati in cui tenere pranzi o cene ed incontrare i clienti in un’atmosfera rilassata e di totale privacy.

Fotografie di Beat Bühler & Hannes Henz

Soluzioni uniche e innovative

Il progetto richiedeva una soluzione flessibile in grado di separare la sala da pranzo da quella riunioni. Per la realizzazione del progetto, l'architetto d'interni Mia Kepenek ha contattato la Jos. Berchtold AG, azienda svizzera specializzata nella realizzazione di soluzioni speciali per porte di ogni forma e misura, che presto festeggerà il suo 100° anniversario.

Basta un veloce sguardo al ventaglio di progetti realizzato dalla Jos. Berchtold AG negli ultimi anni per capire una cosa: nulla è impossibile nel mondo delle porte e delle pareti. L’attenzione per il dettaglio è qualcosa che l'azienda non perde mai di vista. Le porte di questo progetto sono innovative ed uniche nel loro genere e si integrano alla perfezione nel contesto del design, sia a livello estetico che tecnico.

Scoprite le pareti pivotanti

Una richiesta eccezionale

La missione era quella di dare vita ad uno spazio versatile e confortevole in cui l’azienda potesse accogliere i potenziali clienti offrendo loro l'opportunità di parlare di affari in un ambiente accogliente ed ospitale. Motivo per cui la caratteristica distintiva di questo spazio doveva essere la flessibilità: al suo interno dovevano, infatti, coesistere in armonia business, intrattenimento e tecnologie digitali, elementi che rispecchiano alla perfezione l’orientamento dell’azienda alla risoluzione dei problemi.

Thilo Möschter, project manager di Jos. Berchtold AG, spiega come il progetto ha preso corpo: “Siamo conosciuti per le nostre realizzazioni speciali, e questo progetto era qualcosa di veramente speciale. La Kepenek ci ha contattato perché voleva che realizzassimo una parete con particolari decorazioni artistiche sugli specchi. La parete doveva essere flessibile a livello di apertura e chiusura ed insonorizzata.” In questo caso, non erano molte le opzioni tra cui scegliere per la realizzazione della parete. “Vista l'architettura degli spazi, non esisteva alternativa alle porte a bilico. Su un lato dell’ambiente c’è un bar e lo spazio termina sull’altro. Grazie alla loro flessibilità, le porte a bilico si sono rivelate la soluzione ideale per questo ambiente. Possono essere aperte e chiuse in qualsiasi momento.”

Design: Kepenek GmbH Responsabile del progetto: Thilo Möschter Appaltatore: Hägi Riatsch Architektur Produttore di porte: Jos. Berchtold AG Fotografia: Beat Bühler & Hannes Henz
Drag over the photos for more

Vetrate artistiche

L’idea di partenza di rivestire le porte con degli specchi non è stata così semplice da realizzare. L'intenzione non era quella di realizzare una parete completamente riflettente. Un rivestimento a vernice, per esempio, non è stato preso in considerazione in quanto non sarebbe stato in grado di creare la sfumatura desiderata. Fortunatamente, Möschter aveva collaborato in passato con un artista basilese specializzato nella realizzazione di vetrate artistiche.

Thilo Möschter: “Alla fine, gli specchi sono stati sottoposti a sabbiatura, una tecnica che permette di incidere lo specchio in profondità. È stata la prima volta che abbiamo combinato specchi e porte a bilico per la realizzazione di un progetto. Conoscevamo già l’artista, è un nostro amico. Abbiamo già collaborato in passato e questo è il motivo per cui abbiamo deciso di coinvolgerlo nel progetto. Non si tratta, quindi, di una produzione standard. Le porte sono un pezzo unico, appositamente realizzato a mano per questo progetto.”

Insonorizzazione

Uno dei requisiti base del progetto era che le porte fossero insonorizzate. Motivo per cui queste ultime sono state realizzate con uno spessore di 110 mm e si compongono di più strati insonorizzanti. Infine, su entrambi i lati delle porte sono stati applicati degli specchi. Ognuna delle porte finite pesa circa 250 kg. Il bordo interno ed esterno delle ante è stato rivestito in acciaio inox lucidato a specchio per fare sì che le porte non perdessero nulla del loro aspetto “riflettente” in posizione aperta. Ancora una volta, l'attenzione si concentra in maniera importante sui dettagli della porta e dell’ambiente che la ospita.

Per rendere l’insonorizzazione ancora più completa, le porte sono state dotate di guarnizioni magnetiche di Athmer e guarnizioni sottoporta doppie di Planet. Möschter: “Il suono viaggia senza impedimenti all’interno di spazi ampi e aperti come questi, motivo per cui abbiamo optato per l’utilizzo di guarnizioni magnetiche. Quindi, all’estremità superiore e inferiore dell’anta abbiamo installato delle guarnizioni sottoporta doppie per garantire la massima insonorizzazione.”

Parete vetrata o a specchio – la soluzione pivotante per eccellenza

Il contrasto che si crea all’interno dell’ambiente è fantastico. Materiali "caldi” come il pavimento a spina di pesce si riflettono sulla superficie “fredda” del vetro specchiato. Mia Kepenek, Kepenek GmbH: “Volevo definire l’area, farne, per così dire, una “zona”. Il pavimento in legno funge da superficie “morbida” facendo da contraltare a quella in pietra lucidata che lo circonda, un po’ come farebbe un grande tappeto in tessuto. Ma, naturalmente, garantendo molta più robustezza ed una lunga durata d'uso.”

Il vetro, utilizzato all’interno di qualsiasi ambiente, lo fa sempre apparire otticamente più ampio. Le porte a bilico si prestano perfettamente ad essere realizzate in vetro o, come in questo progetto, ad essere trasformate in pareti a specchio. È, inoltre, possibile combinare vetro e specchi con altri materiali come legno, acciaio o alluminio.

Scopri le porte a bilico in vetro

System One

Tutte e sei le porte a specchio sono dotate di cerniere pivot System One di FritsJurgens. Queste cerniere compatte permettono alla porta di ruotare a 360° e sono indicate sia per porte in grado di aprirsi in un solo senso che in ambo le direzioni.

System One funge da punto di rotazione fisso, senza posizioni di fermo o funzioni di chiusura automatica. Si tratta di una cerniera pivot semplice e di ridotto ingombro, ma dai molteplici campi di applicazione. Grazie alla sua semplicità, la cerniera System One consente di creare porte a bilico a rotazione libera facilmente abbinabili ad eventuali telai porta. Grazie alla sua capacità di rotazione libera a 360°, la cerniera pivot System One può essere utilizzata sia porte in grado di aprirsi in un solo senso che in ambo le direzioni.

Scopri la cerniera System One

System-One.png
Grazie per esserti iscritto.